[english version below]

 

Il Funzilla Fest nasce nel 2015 su iniziativa di Fugazine e Monkeyphoto, due piccole etichette romane da alcuni anni dedite alla produzione di fanzine fotografiche.

Ad essi si affianca da subito l’associazione Microprisma, spazio dedicato alla fotografia autonomo e sperimentale che ha ospitato la prima edizione.

L’idea è molto semplice: creare una festa, della durata di un fine settimana, totalmente dedicata alle fanzine fotografiche.

Oggi il Festival è pensato e organizzato da un collettivo di persone più ampio che raccoglie le energie, le competenze e la passione di: Alessandro Ciccarelli (Monkeyphoto), Claudio Drago (Microprisma), Danilo Palmisano (Monkeyphoto), Dario Coletti, Francesco Caratù (Antropomorpha), Marzia Troiani, Marco Soellner, Paolo Cardinali (Fugazine), Pierpaolo Lo Giudice, Sara Palmieri, Sasha Taormina.

Il Festival prevede la partecipazione libera di chiunque abbia prodotto una fanzine fotografica ( autori ed editori ) ed è strutturato con banchetti vendita, presentazioni editoriali, incontri, workshop, mostre, dibattiti.

Di cosa parliamo quando parliamo di photozine

Micro editoria fotografica e attitudine DIY.
Due ingredienti che arricchiscono il piatto della fotografia
sfogliabile di piccoli gioielli autoriali.

Negli ultimi anni una serie di piccole produzioni ha arricchito l’editoria fotografica di un nuovo formato da affiancare al fotolibro e alla saggistica: la fanzine fotografica.

Si tratta di edizioni prodotte in self-publishing (quindi direttamente dal fotografo/fotografa) o – in alternativa – da piccole etichette indipendenti.

Dal punto di vista formale, una “photozine” è una pubblicazione snella, con un numero di pagine ridotto rispetto al fotolibro e una tiratura limitata.

L’agilità del formato e la libertà produttiva permette spesso di arricchire le edizioni con interventi artigianali o personalizzazioni: rilegature manuali, copertine fatte a mano, copie uniche, ecc.

Le fanzine fotografiche vengono distribuite direttamente (tramite il sito dell’autore/etichetta, alle presentazioni, porta a porta) e sono vendute a un prezzo ridotto: tipicamente tra i 10/15€.

Lo spirito che anima la produzione di questo tipo di pubblicazioni è puramente passionale.

Perché un festival

Funzilla nasce con lo scopo di dare corpo ad uno spazio fisico di condivisione delle produzioni e delle esperienze; sia tra gli ‘ziners, che con la platea degli appassionati. Per questo motivo incoraggia, laddove possibile, la presenza diretta degli autori/editori nei giorni del festival.


In aggiunta cerca di costruire un’occasione di distribuzione e vendita economicamente compatibile con lo spirito del ‘fare-fanzine’. Per questo motivo non chiede nessun contributo per il banchetto e nessuna percentuale sulle vendite.


[ENGLISH VERSION]

The Funzilla Fest was born in 2015 on the initiative of Fugazine and MonkeyPhoto, two small roman labels for some years dedicated to the production of photographic fanzine.

To them joins Microprisma association, a space dedicated to independent and experimental photography, which hosted the first edition.

The idea is very simple: create an event, a weekend long, totally dedicated to the photographic fanzine.

Today the festival is planned and organized by a collective of larger people who collect the energies, skills and passion: Alessandro Ciccarelli (MonkeyPhoto), Claudio Drago (Microprisma), Danilo Palmisano (MonkeyPhoto), Dario Coletti, Francesco Caratù ( Antropomorpha), Marzia Troiani, Marco Soellner, Paolo Cardinali (Fugazine), Pierpaolo Lo Giudice, Sara Palmieri, Sasha Taormina.

Funzilla includes free participation of anyone who has produced a photographic fanzine (authors and publishers) and it is structured with banquets sales, book presentations, meetings, workshops, exhibitions, debates.


What do we mean when we talk about photozine?

Micro photo publishing and DIY attitude.
Two ingredients that enrich the dish of photography
with small authorial jewelry.


In recent years a number of small productions joined to the photographic publishing, creating a new format on the side of the photo book: the photographic fanzine.

Photozine is produced in editions of self-publishing (and therefore directly by the photographer / photographer) or – alternatively – from small independent labels.

From the formal point of view, a photozine is a slim publication, with a small number of pages than the photo book and a limited edition.

The agility of the format and production allows freedom to enrich issues with handmade details or customizations: manual bindings, handmade covers, unique copies, etc.

The photographic fanzine are distributed directly (by author / label website, presentations, door to door) and are sold at a reduced price: typically between 10/15 €.

The spirit behind the production of this type of publication is purely passionate.

Why a festival?

Funzilla was born with the aim of giving a physical space for sharing productions and experiences, among the ‘ziners that with the audience of fans. Therefore it encouraged wherever possible, the direct presence of the authors / publishers during the festival.

Also we try to build the opportunity for distribution and sale economically compatible with DIY style. For this reason Funzilla does not take any contribution to the feast and no percentage of sales.